Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco Fluviale del Trebbia
Home » Aree Protette » Parco Fluviale del Trebbia

Il Parco...da vivere

Sono in corso una serie di interventi per dotare il parco di strutture di accoglienza e di una adeguata rete escursionistica sulla base dei progetti elaborati durante il percorso partecipato della sua istituzione e nella fase successiva.

In un edificio a lato dell'oratorio di Camposanto Vecchio a Borgotrebbia sta per essere allestito il primo centro visita e sono allo studio altri punti informativi nei comuni rivieraschi.

Su entrambe le rive del fiume si sviluppano carraie e strade bianche principalmente legate alle attività estrattive e alle esigenze di controllo idraulico, che sono state da poco  parzialmente riorganizzate, per limitarne l'uso improprio da parte di mezzi fuoristrada, e dovrebbero progressivamente essere recuperate come segmenti della rete viaria per la fruizione del parco.

Sono in via di realizzazione anche i collegamenti con alcuni percorsi ciclabili esistenti che si diramano da Piacenza e si sviluppano nella campagna alla destra del Trebbia.

Sono già presenti alcuni semplici itinerari consigliati per passeggiate in natura edm è possibile visitare diversi Punti d'Interesse naturalistico, paesaggistico ma anche storico-culturale.

A pochi chilometri dal parco si trovano il Parco Archeologico e il Museo Civico di Travo, che ha sede nell'antico castello che domina il centro del paese, e il castello di Grazzano Visconti, con il borgo in stile neogotico-rinascimentale e il grande parco, che è oggi una frequentata località turistica.

Gli esercizi di ristorazione e agriturismo offrono ai visitatori la tradizionale e rinomata eno-gastronomia emiliana e piacentina, mentre diverse soluzioni consentono il pernottamento nelle immediate vicinanze del Parco.
Simulazione dell'allestimento del Centro Visite a Borgotrebbia
(foto di Archivio Corde Architetti)
Alla scoperta del Parco con le biciclette
(foto di PR Trebbia)