Parchi del Ducato
Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale
Parco Fluviale del Taro
Home » Aree Protette » Parco Fluviale del Taro

Il Parco... da sapere

Nato PDF nel 1988, il Parco tutela il tratto di fiume di alta pianura e le aree limitrofe.

Per la presenza di habitat, flora e fauna di interesse comunitario, in base alle Direttive 92/43 CEE Habitat e 79/409 CEE Uccelli, il territorio del Parco è stato incluso nella più vasta area denominata SIC e ZPS Medio Taro che interessa un altro tratto del fiume, verso sud (Comune di Solignano) e un tratto del torrente Ceno fino a Varano Melegari.

Boschi ripariali e prati aridi, laghi di cava, corsi d'acqua, canali irrigui e prati stabili coesistono con elementi del paesaggio profondamente modificati dall'uomo, come zone artigianali e aree interessate alle attività estrattive. Un equilibrio difficile da mantenere che ha come obiettivi la sostenibilità e la conservazione delle risorse naturali attraverso strategie che rendano compatibili le attività antropiche con la tutela degli ecosistemi.

In questa direzione il Parco promuove attività educative e formativeprogetti e ricerche e si occupa di attuare le normative vigenti con specifiche regole di comportamento per fruitori e attività produttive.

(foto di PR Taro)
Fiume in controluce
(foto di PR Taro)